Ritornano le corse notturne della metropolitana Linea 1 il sabato sera. L'Anm aveva provato a reintrodurle sotto Natale senza riuscirci, ma adesso ci riprova. Pronto il piano per attivare subito il servizio, che prevede i prolungamenti della metropolitana fino all'1,30 di notte il sabato sera – oggi chiude alle 23. Ai lavoratori un premio fino a 18 euro per il turno extra. Le corse serali del metrò saranno affiancate a quelle della Funicolare Centrale che già adesso il sabato resta aperta fino alle 2 di notte. Mentre Chiaia, Montesanto e Mergellina continueranno a fare l'orario 7-22, come la Centrale nei giorni da domenica a venerdì.

Ma per diventare realtà il piano dovrà essere accettato dai sindacati. L'incontro è fissato per lunedì e l'esito non è scontato. Sei mesi fa, infatti, non si raggiunse l'accordo sul metrò, ma solo sulla Funicolare.

Dal 2020 più treni e personale: "Linea 1 ogni 7 minuti"

Ma le novità non finiscono qui. Il piano dell'Anm, infatti, è molto più vasto e prevede una vera e propria rivoluzione dell'offerta di trasporto su ferro che dovrebbe partire da giugno 2020. Fino ad allora, infatti, vigerebbe una fase transitoria che prevede appunto, come detto, il ripristino delle corse serali del metrò Linea 1 fino all'1,30 solo il sabato sera.

Il piano finale, invece, che andrebbe in funzione tra un anno, quando sarà aperta anche la Stazione Duomo della metropolitana, è molto più ricco. Cosa contiene?

Prima di tutto la disponibilità di più treni, grazie all'arrivo dei nuovi convogli comprati dal Comune.

Il metrò Linea 1 viaggerebbe con 11 treni (due in più di adesso) durante la settimana, con una frequenza di 7 minuti tra una corsa e l'altra. Il sabato, inoltre, il prolungamento serale arriverebbe fino alle 2 di notte.

"Le Funicolari Centrale e Chiaia aperte 5 giorni a settimana fino all'1,30"

Ancora meglio per le Funicolari. Il piano definitivo prevede che le Funicolari Centrale e Chiaia saranno aperte tutti i giorni dalle 6,40 all'1,30 di notte, ad eccezione di due giorni a settimana in cui si chiuderà probabilmente alle 22 per fare le manutenzioni. Le altri funicolari di Montesanto e Mergellina, invece, seguiranno l'orario 7-22.

La proposta tecnica con il piano di riforma dei trasporti su ferro, sia quello transitorio che quello definitivo, è stata presentata dall'Anm ai sindacati a fine maggio e sarà discusso lunedì. Il piano – si legge nel documento – è stato studiato per essere “in linea con le attese della clientela e con le esigenze del Comune”. Farlo entrare in funzione non sarà semplice, perché bisognerà assumere almeno 125 persone, soprattutto macchinisti per manovrare treni e funicolari. L'Anm sta cercando dall'ottobre 2015 di fare un accordo con i sindacati che tenga dentro tutti i prolungamenti serali, senza doverli contrattare di volta in volta pagandoli come straordinario, come avveniva in passato. La trattativa, insomma, è aperta e non è detto che i sindacati l'accettino. Anzi, è probabile che sarà avanzata una controproposta.

Funicolari e metro a corto di personale

“L'attuale organico – scrive Anmè ridotto rispetto alla consistenza presente all'epoca dell'accordo del 2015. Il modello di esercizio per questo si presenterà in una prima fase di attuazione transitoria, contestualizzata alla forza lavoro attuale, finalizzata a dare esecutività al nuovo programma di esercizio. Al completamento degli organici, a meno dei macchinisti, sarà attuato l'esercizio definitivo”. L'azienda dei trasporti, intanto, che è in concordato preventivo, è già stata autorizzata dal Tribunale Fallimentare a reclutare i 125 addetti.

Il nuovo personale sarà reperito in vari modi: attraverso la mobilità interna, con le job opportunity e attingendo ai controllori, al personale attualmente fuori posizione, agli operatori di call e contact center, che dovranno però passare la visita medica di idoneità.

I numeri

In dettaglio, secondo le stime di fabbisogno per giugno 2020, per far circolare la Linea 1 con 11 treni e fino alle 2 il sabato, bisognerà trovare almeno 25 agenti di stazione (oltre agli 84 che ci saranno per quella data), 24 Operatori di Pronto Intervento che dovranno conseguire entro quest'anno l'abilitazione, 21 macchinisti (in aggiunta ai 51 già disponibili), e poi altre figure (1 Oci, 2 manovratori, 1 Dco, 1 capo stazione deposito. Per le funicolari, invece, occorreranno 20 macchinisti (operatori Fta, in aggiunta ai 78 già in organico), 4 capi servizio (oltre ai 18 presenti), per i quali le procedure selettive sono già iniziate, e 22 manutentori (che si aggiungeranno ai 17 già attivi a giugno 2020).

La fase transitoria 2019-2020

Il Comune e l'Anm però vogliono bruciare i tempi e attivare le corse serali del metrò del sabato già da quest'anno, ancora prima che siano fatte le assunzioni-promozioni. Il piano provvisorio prevede per la Linea 1, da domenica a venerdì corse da Piscinola nell'orario 6-22,30 e da Garibaldi 6,20-23,02. Il sabato ultima corsa da Garibaldi all'1,32 di notte e da Piscinola all'1,04. In questo caso, solo per il sabato e per la fase transitoria, al personale di stazione dovrebbe essere riconosciuta un'indennità di 6 euro per il primo turno e di 18 euro per il secondo turno. Per tutte le altre categorie che lavoranno dalle 22 alle 2,30 un'indennità di 4,50 euro all'ora. Per le Funicolari, invece, è previsto un orario tutti i giorni 7-22 e solo per la Centrale il sabato fino alle 2, con un'indennità di 18 euro complessiva.