Un murale dedicato al dottor Paolo Antonio Ascierto, il Direttore dell’Unità di Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione G. Pascale, e in questi giorni in prima linea per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Ascierto infatti è anche a capo dell'equipe medica che, in collaborazione con l'ospedale Cotugno di Napoli, nonché con altri colleghi tra medici e ricercatori italiani e cinesi, ha richiesto la sperimentazione ufficiale di un farmaco già utilizzato contro l'artrite reumatoide, il Tolicizumab, che sta dando buoni risultati su alcuni pazienti colpiti da coronavirus.

Troppo presto sicuramente per dire che si tratti di un farmaco in grado di "risolvere" i problemi di chi ha contratto il Covid-19, ma è sicuramente un buon punto di partenza e di una speranza da non sottovalutare, soprattutto per i risultati ottenuti su pazienti colpiti in maniera grave dal coronavirus. E dopo le polemiche mediatiche degli ultimi giorni sulla "paternità" della sperimentazione (dalle quali lo stesso dottore si è tirato fuori, invitando al "gioco di squadra"), a sostenere il medico originario di Solopaca è proprio Jorit, che ha annunciato con una storia su Instagram un murale dedicato al medico sannita. "Difendiamo e miglioriamo il servizio sanitario pubblico nazionale", ha scritto lo street artist, ormai popolare per i suoi tantissimi murales in tutta Napoli e provincia. Anche il dottor Ascierto, come si vede dalla "bozza" pubblicata dall'artista, avrà i suoi tradizionali "segni sul volto", firma e marchio dello stesso Jorit, che in diverse interviste spiegò si trattino di "il simbolo dell'unità opposta alla singolarità".