9.873 CONDIVISIONI

Napoli, un murale per George Floyd realizzato da Jorit

A Napoli un murale dedicato a George Floyd, l’uomo rimasto ucciso durante un fermo di polizia negli Stati Uniti d’America e per il quale sono scoppiati violente rivolte cittadine. Assieme a Floyd, anche Lenin, Martin Luther King, Malcom X ed Angela Davis. Il murale sul tetto di un palazzo privato di Barra, nella periferia orientale di Napoli.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Giuseppe Cozzolino
9.873 CONDIVISIONI
Il murale realizzato da Jorit
Il murale realizzato da Jorit

Un nuovo murale a Barra firmato da Jorit, lo street artist napoletano che da sempre "colora" la città con le sue opere in cui ritrae personaggi famosi o storici sulle mura di palazzi o nei vicoli. L'ultimo murale riguarda George Floyd, l'uomo morto a Minneapolis pochi giorni fa durante un arresto da parte della polizia. Le immagini dell'uomo, a terra, con il ginocchio di un poliziotto ad immobilizzarlo fino a ucciderlo per asfissia, hanno fatto il giro del mondo e fatto esplodere una violenta protesta in tutto il paese, messo a ferro e fuoco dai manifestanti.

E proprio Floyd campeggia al centro del nuovo murale di Jorit a Barra, quartiere orientale di Napoli. Assieme a lui ci sono anche Lenin, Martin Luther King, Malcom X ed Angela Davis: gli ultimi tre, in particolare, rappresentano alcuni dei massimi esponenti della lotta per i diritti dei neri negli Stati Uniti d'America, mentre il rivoluzionario russo rappresenta l'anticapitalismo. Assieme al murale, a cui stava lavorando negli ultimi giorni, Jorit ha anche condiviso una lunga didascalia. "Per favore, per favore, non riesco a respirare. Per favore amico, per favore. Non posso respirare. Non posso respirare. Per favore, non riesco a respirare, agente. Non riesco a respirare. Non uccidetemi, vi prego!: Queste le ultime parole di George Floyd, un lavoratore afroamericano di 46 anni che viveva in un sobborgo di Minneapolis e lavorava in un ristorante chiuso a marzo a causa del lockdown. Le sue tragiche parole in punto di morte: "I can’t breathe", "Non posso respirare", sono diventate il testamento politico di decine di migliaia di persone scese in piazza negli USA da ieri contro l'ennesimo omicidio impunito di un sistema feroce e spietato contro i più deboli", ha scritto Jorit. Il murale, differentemente da altri realizzati dallo street artist, è stato realizzato sul tetto di un palazzo privato e non in strada.

9.873 CONDIVISIONI
Il murales di Maradona a San Giovanni a Teduccio sarà demolito. Ma Jorit ne farà uno nuovo: accordo col Comune
Il murales di Maradona a San Giovanni a Teduccio sarà demolito. Ma Jorit ne farà uno nuovo: accordo col Comune
Un murale per Anna Borsa, uccisa dall'ex a Pontecagnano. Oggi avrebbe compiuto 32 anni
Un murale per Anna Borsa, uccisa dall'ex a Pontecagnano. Oggi avrebbe compiuto 32 anni
Crollo ai Quartieri Spagnoli, chiuso Largo Maradona dove c'è il murale di Diego
Crollo ai Quartieri Spagnoli, chiuso Largo Maradona dove c'è il murale di Diego
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni