1.672 CONDIVISIONI
2 Luglio 2018
13:05

Napoli, un muro per Mattia: il murales per aiutare i bambini affetti da malattie rare

Il murales con il volto di un bambino che ricorda quello di Mattia Fagnoni, scomparso nel 2015 a sette anni e mezzo per una rara malattia, sta prendendo forma in via Portamedina, alla Pignasecca, nel cuore del quartiere napoletano di Montesanto. L’opera, realizzata da David Vecchiato, farà da “richiamo” per una raccolta fondi proprio per aiutare i bambini colpiti da malattie rare.
A cura di Giuseppe Cozzolino
1.672 CONDIVISIONI

Un gigantesco murales nella Pignasecca, a Montesanto, per ricordare Mattia Fagnoni, il bimbo scomparso a sette anni e mezo lo scorso 27 maggio 2015 a causa di una malattia rara che non gli ha lasciato scampo. Ma oggi, l'associazione a lui dedicata, ha lanciato un'iniziativa: quella di dare alla luce un murales a lui dedicato che farà da sostegno ad una raccolta fondi per tutti i bambini affetti da malattie rare e le loro famiglie, in collaborazione con la chiesa di Santa Maria delle Grazie a Montesanto.

Il murales si trova in piazza Portamedina, nel cuore stesso di Montesanto. L'opera, che ha visto anche il patrocinio del comune di Napoli, ha il volto di un bambino che richiama quello di Mattia. L'associazione ha preparato un fitto calendario di eventi nei prossimi mesi per sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema delle malattie rare che colpiscono i bambini, spesso purtroppo non lasciando loro scampo. L'artista al lavoro sul murales è David Vecchiato, storico street artist italiano fin dagli inizi degli Anni Novanta, che cura anche una serie di documentari televisivi su Sky Arte.

1.672 CONDIVISIONI
Sul Lungomare di Napoli murales a terra di 3 chilometri quadrati: fra gli artisti Jorit
Sul Lungomare di Napoli murales a terra di 3 chilometri quadrati: fra gli artisti Jorit
Napoli, murales a terra di 3 chilometri quadrati: l'opera di Jorit
Napoli, murales a terra di 3 chilometri quadrati: l'opera di Jorit
Covid, perché i bambini si ammalano di meno: la scoperta del Ceinge di Napoli
Covid, perché i bambini si ammalano di meno: la scoperta del Ceinge di Napoli
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni