È la terza aggressione a personale sanitario avvenuta dall'inizio del 2019 a Napoli quella che si è consumata nella notte tra il 2 e il 3 febbraio: è quanto riportato, su Facebook, dall'associazione "Nessuno tocchi Ippocrate", che si prefigge l'obiettivo proprio di tutelare i sanitari dalle aggressioni. Come raccontano sul social network, un dottore della guardia medica è intervenuto in via San Donato per visitare un bambino allettato per la febbre. Nello svolgimento del suo lavoro, il dottore è stato aggredito dal padre del bambino a pugni e schiaffi. Il medico si è recato così prontamente in ospedale, dove è stato sottoposto a tac al cranio e dimesso la mattina seguente, quando ha prontamente denunciato l'accaduto ai carabinieri.

I militari dell'Arma stanno indagando sull'episodio e hanno ascoltato il padre del bambino, secondo cui il medio si sarebbe rivolto in malo modo alla moglie, scatenando la sua ira. Non è ancora stato reso noto se nei confronti dell'uomo sia scattata una segnalazione all'Autorità Giudiziaria competente.