«Lucariè scetate songh e nnove…». Come guardare dal buco della serratura di una famiglia napoletana: così fu definita in una recensione la tragicommedia "Natale in casa Cupiello", atto unico poi ampliato in tre atti, andato in scena per la prima volta in assoluto il giorno di Natale del 1931. Scritta, diretta e interpretata da un maestoso Eduardo De Filippo, "Natale in casa Cupiello" è nota ai più soprattutto per la versione a colori per la televisione, trasmessa nel 1977 con Pupella Maggio nei panni di donna Concetta, moglie di Luca Cupiello-Eduardo De Filippo, un'esordiente Lina Sastri, ovvero la tormentata figlia Ninuccia, lo zio Pasquale interpretato da Gino Maringola e un eccezionale Luca De Filippo nel ruolo del figlio scaprestrato, Nennillo. Tutt'intorno, un gruppo di interpreti di scuola eduardiana che hanno fatto poi grande il teatro partneopeo, da Marzio Honorato, don Vittorio Elia che si contrappone col marito di Ninudcica, Niculino, ovvero Luigi Uzzo, fino a Sergio Solli, nella commedia il dubbioso ‘signor Pastorelli', fino alle interpretazioni piccole ma significative di Marisa Laurito (Rita), Marina Confalone (Olga, la moglie del signor Pastorelli) e così via.

La trama di Natale in Casa Cupiello

Protagonista della vicenda è Luca Cupiello, un uomo colpito dall'inerzia, che vive al di fuori dei suoi problemi familiari. "Lucariello" nella sua ossessione per il presepe si estrania dal mondo in cui vive. Anzi: nessuno dei suoi cari gli permette di ascoltare i guai che invadono la sua casa, egli, infatti, non conosce le ansie e le preoccupazioni del fratello Pasquale che vive in casa con loro, non sa delle malefatte del figlio Tommasino, detto Nennillo, ed è addirittura all'oscuro della relazione extraconiugale che la sua adorata figlia Ninuccia ha con l'amante Vittorio Elia. Il protagonista desidera solo costruire il suo presepe, simbolo di uno spazio alternativo alla realtà in cui vive.

Dove vedere Natale in Casa Cupiello

A Napoli non c'è bisogno di cercare molto: a Natale è un must su tutte le emittenti tv del digitale terrestre trasmettere almeno una volta la commedia di Eduardo De Filippo. Il dvd (e prima ancora la videocassetta) è diffusissima, anche nella sua versione pirata. Su internet è possibile visionare la commedia eduardiana perfino su Youtube, dove è caricata integralmente e di recente su Rai Play le varie edizioni della commedia sono tutte disponibili in streaming.