Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Il gip del Tribunale dei Minori di Napoli ha emesso ordinanze di custodia cautelare in istituto penale, eseguite dai carabinieri, nei confronti di tre minorenni, due 15enni e un 16enne, accusati di tentato omicidio in concorso: i tre ragazzini, come hanno rivelato le indagini, erano nel gruppo che, lo scorso 8 dicembre, accerchiò, malmenò e infine accoltellò un ragazzo di 14 anni nel centro commerciale Vulcano Buono di Nola, nella provincia di Napoli. Già alla fine di dicembre, i militari dell'Arma della locale stazione avevano identificato 12 ragazzini come partecipanti all'aggressione che, è stato appurato durante le indagini, è scaturita per futili motivi.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri mediante l'escussione di minori, dei loro familiari e di persone informate sui fatti, la sera dello scorso 8 dicembre la vittima si trovava nei pressi della pista di pattinaggio del centro commerciale con un'amica, quando è stato avvicinato dal gruppo di coetanei, che ha cominciato ad infastidirlo verbalmente. Il 14enne ha così deciso di allontanarsi e si è recato all'esterno del centro commerciale, ma i ragazzini lo hanno seguito, dando il via all'aggressione vera e propria: calci, pugni, manganellate e, infine, una coltellata all'addome. Il 14enne era stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Nola e, da lì, viste le gravi condizioni di salute, al Cardarelli di Napoli, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico: fortunatamente, è in ripresa.