Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

NAPOLI – Non ha voluto pagare un parcheggiatore abusivo, e lo ha fatto arrestare dalla polizia. Un piccolo ma significativo segnale di "rivolta" verso un fenomeno fastidioso ed estorsivo diffuso in tutta Italia e che a Napoli ed in Campania assume i contorni di una vera e propria organizzazione criminale, ramificata a diversi livelli nel tessuto sociale.

L'episodio di oggi è avvenuto sul corso Arnaldo Lucci, nei pressi della stazione centrale, dove un automobilista aveva appena parcheggiato la sua automobile. A quel punto M.F., cinquantenne napoletano già noto alle forze dell'ordine, si è avvicinato chiedendo in modo minaccioso di versargli una somma di denaro per la sosta. Al rifiuto dell'uomo, non si è fatto ulteriori problemi, ed ha avvisato che in caso di "mancato pagamento" avrebbe "vietato" a modo suo la sosta dell'automobile. Ma il cittadino napoletano ha resistito, ed ha segnalato il tutto ai poliziotti del commissariato di Poggioreale, che hanno rintracciato e bloccato il parcheggiatore abusivo, che sarà giudicato domani 3 gennaio con rito direttissimo con l'accusa di tentata estorsione. Dagli accertamenti di rito, è emerso che già nel 2017 era stato arrestato per lo stesso reato e che a settembre 2018 era stato sottoposto, sempre per il medesimo motivo, ad un ordine di allontanamento.