Notte di paura a Brusciano, piccolo centro nella provincia di Napoli. Due differenti azioni criminali hanno gettato nel panico gli abitanti. Nel primo caso, una bomba carta, in via Amendola, è esplosa all'esterno dell'abitazione, causando per fortuna soltanto danni alla porta; nel secondo caso, in via Pirandello, alcuni colpi di pistola – risultati poi essere a salve, sono stati esplosi contro un'altra abitazione. Entrambe le azioni criminali sono state compiute da ignoti.

In città sono subito giunti i carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna, che hanno organizzato posti di blocco e perquisizioni in tutta la città. Anche se i militari dell'Arma non sono riusciti, per ora, a rintracciare i responsabili dei due gesti, le perquisizioni domiciliari hanno portato al sequestro di sostanza stupefacente. Nell'abitazione di M.I., un 27enne già noto alle forze dell'ordine, i carabinieri hanno rinvenuto 118 dosi di marijuana e 11 dosi di cocaina, oltre a materiale di vario genere e ad appunti scritti a mano dallo stesso relativi, presumibilmente, all'attività di spaccio. Il 27enne è stato così arrestato per detenzione di stupefacenti finalizzata allo spaccio e tratto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.