Consegnati i nuovi spogliatoi dello Stadio San Paolo. Dunque, rientrata ogni "emergenza" in vista della partita del Napoli di sabato pomeriggio contro la Sampdoria e contro il Liverpool in Champions League tre giorni dopo. Alla consegna, presenti anche il presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis, il governatore della regione Campania Vincenzo De Luca (Partito Democratico) e Gianluca Basile, commissario straordinario per le Universiadi di Napoli 2019, oltre al capo gabinetto del Comune di Napoli, Attilio Auricchio.

Proprio per l'evento sportivo internazionale, infatti, molti impianti sportivi napoletani e non solo sono stati ristrutturati. E tra questi, anche lo Stadio San Paolo, che dunque debutterà proprio contro la Sampdoria. C'erano state forti polemiche, nei giorni scorsi, per la questione degli spogliatoi, che sembrava non fossero pronti in tempo per la gara. Ma così non è stato: i tempi sono stati rispettati, e quest'oggi è avvenuta la fatidica consegna, in tempo utile per la gara di sabato. Non è stato l'unico intervento realizzato: l'opera più importante è stata sicuramente la sostituzione di tutti i sediolini, che dopo lo storico "rosa" sono ora di vario colore con prevalenza per il bianco e l'azzurro, ma anche i due maxi-schermi, la nuova pista atletica ed un'opera di "rinnovazione" completa dell'impianto un po' in tutta la struttura, che ora possiede anche un impianto di videosorveglianza all'avanguardia. Un lavoro che ha richiesto ben ventidue milioni di euro, in parte provenienti da quelli stanziati per le Universiadi 2019 e la parte restante finanziata invece dalla Regione Campania.