Lucia Ferrara [Foto da Facebook]
in foto: Lucia Ferrara [Foto da Facebook]

Entro la giornata di oggi sarà eseguita l'autopsia sul corpo di Lucia Ferrara, la ragazzina di 17 anni deceduta all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno, dopo essere stata sottoposta a un intervento chirurgico al cuore. L'esame autoptico sarà effettuato proprio nel nosocomio salernitano nel quale la 17enne ha perso la vita: sarà presente anche l'esperto incaricato dall'avvocato della famiglia della vittima.

Sono quattro i medici indagati: l'accusa è di omicidio colposo

A denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine è stato il padre di Lucia, che vuole vederci chiaro sulla morte della figlia, originaria di Cava de' Tirreni. La Procura di Salerno ha aperto una inchiesta: nel registro degli indagati sono stati iscritti quattro medici in servizio all'ospedale Ruggi d'Aragona. Si tratta di tre cardiochirurghi e un rianimatore, indagati per omicidio colposo.

La ragazzina è arrivata al Ruggi dall'ospedale di Cava de' Tirreni. Nel nosocomio salernitano è stata sottoposta a un intervento a una valvola cardiaca, dopo il quale il suo quadro clinico si è aggravato improvvisamente. Per cercare di rimediare, la 17enne è stata sottoposta a un'altra operazione chirurgica alla medesima valvola. Dopo due giorni da quest'ultimo intervento, però, Lucia Ferrara è purtroppo deceduta. Il padre della ragazzina ha così sporto denuncia ai carabinieri che, su disposizione della magistratura, hanno posto sotto sequestro la cartella clinica della 17enne e iscritto nel registro degli indagati i quattro medici del nosocomio salernitano. Sarà adesso l'autopsia a fare chiarezza sulla morte di Lucia.