Si torna a sparare, e ad uccidere, per le strade di Napoli: questa sera un uomo è stato ucciso a colpi di pistola a Miano, quartiere della periferia settentrionale del capoluogo campano. Stando a quanto si apprende dalle prime informazioni, la vittima, Alessandro Napolitano, 31 anni, è stata raggiunta dai proiettili mentre si trovava a bordo della sua automobile, una Opel di colore grigio, all'esterno del garage della sua abitazione, in via Cupa Capodichino. Sarebbero almeno 9 i proiettili esplosi, cinque quelli che sono andati a bersaglio, due dei quali hanno colpito il 31enne alla testa, mentre gli altri si sarebbero conficcati nella carrozzeria della vettura. Sulla vicenda indaga la Polizia di Stato, che sta cercando di ricostruire la dinamica esatta di quanto accaduto e di trovare un movente all'omicidio: si indaga anche nella vita privata di Napolitano, che aveva precedenti per droga. Il 31enne era molto conosciuto nel quartiere, dal momento che, insieme al fratello, gestiva un bar nel quartiere.