Miano, polizia scientifica al lavoro sulla scena del crimine
in foto: Miano, polizia scientifica al lavoro sulla scena del crimine

​Arrestato il boss del clan Lo Russo. Carlo Lo Russo, ras dell'omonimo gruppo criminale egemone a Miano è stato catturato insieme alla moglie e Anna Serino, di 46. I due sono accusati dell'omicidio di Pasquali Izzi, ucciso mentre ripartiva da casa dopo un permesso dal carcere lo scorso 29 marzo a Miano, in via Janfolla nella periferia nord di Napoli. Oggi la Squadra mobile di Napoli ha arrestato quattro persone ritenute coinvolte nell'omicidio del pregiudicato trucidato a colpi di arma da fuoco proprio pochi passi dalla casa del boss dei Capitoni. Izzi era detenuto nel carcere avellinese di Bellizzi. Era pregiudicato per reati contro il patrimonio e non risultava legato al clan.Izzi si preparava a ripartire per il carcere di Bellizzi, dove è detenuto. Aveva appena terminato un soggiorno a casa grazie a un permesso per le vacanze di Pasqua.

Il 49enne Carlo Lo Russo, è ritenuto il mandante dell'omicidio, mentre sua moglie Anna Serino è accusata di aver supportato i killer. In manette insieme ai due sono finiti anche Luigi Cutarelli, di 21 anni, esecutore materiale del delitto, e Mariano Torre, di 28 anni. L'accusa per i quattro è omicidio premeditato, detenzione e porto illegale di arma da fuoco.