Un uomo di 83 anni e la moglie, ottantenne, sono stati trovati morti nella loro casa a Villanova del Battista, in provincia di Avellino. A fare la macabra scoperta, ieri sera, sarebbe stata la sorella dell'anziano, che faceva visita quotidianamente alla coppia. I corpi di Ponziano Colantuono e Antonietta Raduazzo presentavano entrambi ferite d'arma da fuoco alla testa: stando alle indagini dei carabinieri di Ariano Irpino si tratterebbe di un caso di omicidio suicidio. I due coniugi erano nella camera da letto della loro abitazione, nel centro del piccolo paese. La sorella di Colantuono, che è anche la moglie del sindaco del piccolo centro, li ha trovati verso le 21, ormai privi di vita. L'arma utilizzata per la tragedia è stata trovata in casa dai carabinieri: si tratta di una pistola, legalmente detenuta dall'83enne.

Si indaga, adesso, sui motivi alla base del gesto: i carabinieri ipotizzano che la tragedia sia esplosa al culmine di un litigio tra i due anziani coniugi, anche se chi li conosceva parla di una coppia unita. L'unica ombra recente riguarda uno dei loro due figli (la seconda vive in Germania), scomparso alcuni anni fa nel nulla e mai più ritrovato. I carabinieri hanno già ascoltato tutti i conoscenti della coppia e i loro vicini di casa: altri elementi utili per capire cosa sia successo arriveranno probabilmente dall'autopsia. Le salme dei due coniugi sono state portate presso l'ospedale di Ariano Irpino.