L’esercito in strada a Sorrento
in foto: L’esercito in strada a Sorrento

Esercito in strada a Sorrento e Castellammare di Stabia a Pasqua e Pasquetta. Sono le disposizioni per i Comuni della costiera sorrentina durante le festività pasquali e partite già da oggi, per presidiare i luoghi più gettonati di gite e giornate al mare. Controlli scattati a partire dal primo pomeriggio del Sabato Santo, volti a verificare la necessità degli spostamenti delle persone in viaggio, specialmente di auto dirette verso il mare, per ‘pizzicare' chi si sposta non per necessità ma per svago, infrangendo le disposizioni del nuovo decreto del Governo del 10 aprile, che ha prolungato le misure di isolamento domiciliare almeno fino ai primi di maggio, per contenere l'emergenza coronavirus.

Esercito in strada a Castellammare di Stabia

Ad annunciare che l'Esercito avrebbe presidiato il territorio il sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino, con un’ordinanza grazie alla quale ha chiuso tutti i luoghi preferiti dalla popolazione, le aree verdi e il lungomare. Spostamenti e assembramenti che potrebbero di fatto vanificare gli sforzi degli italiani in casa da oltre un mese, per limitare i contagi da Covid-19. Controlli che in queste ore sono scattati su tutto il territorio nazionale, con posti di blocco e particolare attenzione sulle strade che portano verso il mare, vista la bella stagione, dove molte persone hanno intenzione di recarsi raggiungendo le seconde case.

Controlli e posti di blocco a Sorrento

"In vista delle festività pasquali, a Sorrento e in tutta l'area sono state disposte imponenti misure anti assembramento – si legge sulla pagina Facebook del Comune di Sorrento – In campo, i militari dell'Esercito Italiano, appartenenti al raggruppamento "Campania", carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Polizia metropolitana, Polizia locale e droni".