Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Tensione e paura oggi a Pozzuoli, nella provincia di Napoli, dove davanti agli uffici del Comune è andata in scena la protesta di alcuni operai licenziati della De Vizia Transfert, società che si occupa della gestione e raccolta dei rifiuti nella città flegrea. Alcuni operai, licenziati dalla società interinale della quale si serviva la De Vizia, si sono arrampicati sul tetto del Comune di Pozzuoli, portando con sé alcune taniche di benzina, per protestare e far accendere i riflettori sulla loro condizione. Sul posto sono arrivati carabinieri e poliziotti per cercare di placare gli animi. Uno degli operai, improvvisamente, si è lanciato dal tetto: soccorso dal 118 e trasportato all'ospedale Santa Maria delle Grazie, ha riportato soltanto una frattura alla caviglie e le sue condizioni non sarebbero gravi.

"Vicenda complessa. Comprendo la disperazione degli operai licenziati. Dispiace e fa amarezza l'accaduto, ma non ho possibilità di interventi diretti su un'azienda privata che ha un contratto di lavoro con il Comune. Ho sentito gli operai, proverò a sensibilizzare i responsabili della De Vizia, ma non posso intervenire su questioni di gestione del personale" ha dichiarato il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia.