Poteva essere una tragedia, ma per fortuna l'ora e l'assenza di visitatori ha evitato potesse verificarsi il peggio. Una volta che sostiene il pavimento dietro l'altare della chiesa di Santa Maria del Popolo degli Incurabili, è crollata al suolo. La chiesa, datata 1530, sorge nell'antico complesso degli Incurabili, del quale fa parte anche l'omonimo ospedale, nel cuore del centro storico di Napoli. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza l'area. Il crollo ha interessato anche la tomba di Maria D'Ayerba, cofondatrice dell'ospedale degli Incurabili, nonché alcuni locali sottostanti utilizzati come garage, ma non si registrerebbero danni consistenti.

A rendere noto l'accaduto è stata l'Asl Napoli 1 Centro. Il commissario straordinario dell'Azienda Sanitaria, Ciro Verdoliva si è recato sul posto insieme ai vigili del fuoco per visionare i danni. "Il complesso degli Incurabili necessita di cure molto importanti" ha dichiarato Verdoliva. L'ospedale degli Incurabili, molto antico, un vero e proprio monumento, è noto per il suo collegamento con San Giuseppe Moscati, il medico dei poveri che al nosocomio partenopeo ha dedicato la maggior parte della sua carriera.