Il sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione, con un post sul proprio profilo Facebook ha voluto rassicurare i concittadini del comune della provincia di Napoli, dove in molti sono preoccupati per il ritorno di alcuni bambini cinesi che sono stati in Cina per il Capodanno. Il primo cittadino ha subito spiegato: si tratta di una notizia falsa, il bambino tornato in Cina non farà rientro in Italia per i prossimi sei mesi e quindi, ovviamente, non sarà a breve in classe. Pur condividendo le preoccupazioni degli altri genitori e immedesimandosi in loro, essendo anche lui diventato padre di recente, Josi Della Ragione ha invitato alla calma, spiegando che esiste una task force specifica, costituita proprio per prendere in carico ed esaminare tutte le segnalazioni di casi sospetti di coronavirus, e che quindi non è il caso di lasciarsi andare a psicosi collettiva. Infine, Della Ragione ha lasciato il suo numero di telefono, invitando i concittadini a contattare direttamente lui per eventuali ulteriori chiarimenti.

"Voglio rassicurare la comunità di Bacoli – si legge nel post – circa la notizia diffusasi del rientro in città di uno o più bimbi provenienti dalla Cina. La notizia è falsa. Il bimbo, partito per il Capodanno cinese, non rientrerà in Italia per i prossimi sei mesi. E, pertanto, non rientrerà a scuola. Comprendo, da padre, le preoccupazioni dei genitori e delle famiglie. Ma posso garantirvi che, in sinergia con l’Asl e tutte le istituzioni sanitarie e scolastiche competenti, stiamo attivando le necessarie misure di prevenzione conseguenti all’emergenza sanitaria nazionale legata al “coronavirus”. È istituita una task force ad hoc deputata costantemente al controllo di ogni segnalazione. L’invito che rivolgo alla popolazione è di non cedere a fenomeni di psicosi collettiva".