Aereo Manchester–Napoli
in foto: Aereo Manchester–Napoli

Paura per i 198 passeggeri del volo Ryanair Manchester-Napoli delle 13 e 20 di ieri. Dopo aver oltrepassato le Alpi una ragazza si è sentita male e ha perso conoscenza accasciandosi sul sedile. I membri dell'equipaggio, immediatamente, l'hanno stesa a terra e le hanno praticato un massaggio cardiaco e poi le hanno fornito ossigeno con una bomboletta in dotazione. Decisivo, però,è stato l'intervento di una dottoressa indiana che si trovava a bordo. La donna è riuscita a far riprendere conoscenza alla ragazza e a posizionarla al suo posto.

"Insomma, un bello spavento per tutti che si è risolto positivamente, che, tuttavia, sottolinea ancora una volta l’importanza di dotare con la massima urgenza tutti i mezzi del trasporto pubblico di defibrillatori e di persone abilitate alla rianimazione cardiopolmonare. Non è possibile pensare che, nel 2018, a bordo continuino a mancare i defibrillatori e chi li sa usare e ci si continui ad affidare solo alle più banali manovre di soccorso ed alla presenza fortuita di personale medico tra i passeggeri",  spiega Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, l'associazione che sul proprio sito ieri ha denunciato il fatto.