Una linea "durissima" contro i furbi. Il sindaco Luigi De Magistris alza il tiro, e dopo che per tre giorni consecutivi le funicolari napoletane di Mergellina e Montesanto sono state costrette a chiudere in anticipo (nei primi due giorni anche quella di Chiaia), a causa dell'improvvisa assenza per malattia dei rispettivi capiservizio, annuncia nuove assunzioni per limitare i danni all'Azienda Napoletana Mobilità ed i disagi agli utenti che queste chiusure anticipate stanno portando.

"Assumeremo nuovo personale a tempo determinato, per evitare che due-tre persone possano tenere sotto ricatto la città", ha detto il primo cittadino di Napoli, intervenuto radiofonicamente ai microfoni di Radio Crc, durante la trasmissione Barba e Capelli. Una questione, dunque, che secondo De Magistris si può risolvere solo portando nuovi lavoratori in organico, per evitare che "una sola persona tenga in scacco un'intera città". De Magistris ha anche definito "una cosa indecente" il comportamento del personale dell'Azienda Napoletana Mobilità, specificando che "basta mettersi un giorno in malattia per bloccare il servizio", visto che al momento, per la crisi dell'azienda, ci sono poche persone a svolgere determinate attività. Ed ancora, De Magistris ha spiegato che si tratta di un comportamento "irresponsabile e contro i lavoratori onesti", specificando poi che queste cose "non saranno privi di conseguenze".