Vasta operazione delle forze dell'ordine a tutela della salute dei consumatori. Coordinati dal Centro di Controllo Pesca della Direzione Marittima di Napoli, i militari della Guardia Costiera di Ischia hanno effettuato un maxi blitz al porto dell'isola del Golfo di Napoli che ha portato al sequestro di oltre 400 chili di pesce spada pescato illegalmente, privo di qualsiasi indicazioni di tracciabilità e quindi considerato pericoloso per la salute dei consumatori.

Il pesce era destinato al mercato ittico di Pozzuoli

Il blitz della Guardia Costiera isolana è scattato nella notte: il grande quantitativo di pesce spada è stato rinvenuto a bordo di una imbarcazione pronta a partire verso la volta di Pozzuoli, dove poi sarebbe stato venduto nel mercato ittico della città flegrea a cittadini ignari della provenienza illegale del prodotto ittico. Gli accertamenti dei militari hanno portato a constatare che il pesce spada era frutto di pesca illegale, effettuata dunque in barba alle normative che tutelano il consumatore finale, la salvaguardia delle specie ittiche e dell'ambiente marino. Le attività di controllo delle forze dell'ordine a tutela dei consumatori proseguiranno anche nei prossimi giorni.