Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Non solo i soldi, hanno voluto anche le sigarette e pure l'accendino. E, per farsi consegnare tutto, non si sono fatti scrupolo di usare la violenza: hanno circondato le vittime e le hanno prese a bastonate. Ma la fuga è durata poco: tre rapinatori sono stati rintracciati e arrestati poco dopo dalla polizia, trovati in possesso del bastone e riconosciuti dalle vittime, e sono in corso le ricerche del quarto.

La feroce aggressione è avvenuta nella notte del 7 novembre in piazza Bellini, nel centro di Napoli. Le vittime sono due turisti olandesi che si aggiravano tra i localini del centro storico. I due sono stati accerchiati da quattro giovani che, dopo averli fermati con un pretesto, hanno ordinato loro di svuotare le tasche. Alla minima resistenza i criminali hanno imbracciato un bastone e hanno cominciato a colpirli. Sono riusciti a farsi dare i soldi, circa 180 euro e poi, come ultimo sfregio, si sono fatti dare anche il pacchetto di sigarette di uno dei due e pure l'accendino per fumarsele.

Sono scappati subito dopo, ma i turisti sono riusciti a fotografare la targa della loro automobile. Così quando hanno descritto alla polizia i rapinatori e il mezzo usato per la fuga, hanno mostrato anche lo scatto. La vettura è stata rintracciata nella stessa notte, in largo Giusso, non troppo distante. Dentro c'erano F. G., 35 anni, I. R., 26 anni, e G. S., 25 anni, tutti napoletani. Sono stati bloccati, gli agenti hanno effettuato i controlli sulle generalità e hanno ispezionato l'automobile, trovando il bastone; i tre sono stati riconosciuti dalle vittime. Per loro è scattato l'arresto con le accuse di rapina aggravata e lesioni.