Terminata una parte dei lavori di Piazza Garibaldi: con un anticipo di venti giorni rispetto al cronoprogramma, è stata infatti riaperta una vasta area occupata da uno dei tanti cantieri che ormai da tempo attanagliano il traffico cittadino. Un'area, ha fatto sapere Mario Calabrese, assessore di Palazzo San Giacomo, di circa cinquemila metri quadri, e "soggetta ad un intenso traffico veicolare, sia pubblico sia privato".

I lavori ovviamente proseguiranno nelle altre aree interessate: i prossimi passaggi sono quelli relativi al completamento del raccordo con l'asse veicolare che si trova davanti alla Stazione Centrale, quindi perfezionare gli ultimi lavori di rifinitura, per poi completarsi con l'apertura dell'area alberata ed attrezzata della piazza. Lavori che ora si sposteranno nelle ore notturne, e dunque senza più interrompere la circolazione stradale.

Una buona notizia, insomma, per i tanti che ogni giorno si ritrovano a passare tra i cantieri di piazza Garibaldi, con tutti i disagi del caso. I problemi principali, infatti, sono dovuti proprio al traffico che si paralizza in tutta la zona, fin già da via Galileo Ferraris, dal quale provengono le auto che escono dall'autostrada, fino al corso Meridionale e corso Novara, che portano verso la zona centrale della città. Stessa sorte per chi invece deve attraversare completamente la piazza e raggiungere Corso Umberto I, Porta Nolana e Porta Capuana: la riapertura della vasta area centrale annunciata quest'oggi dall'assessore Calabrese dovrebbe permettere proprio a quest'ultimi di attraversare più velocemente piazza Garibaldi e, contestualmente, un traffico più veloce anche per chi invece proviene o si dirige da e verso l'autostrada ed il corso Novara.