Due maestre, di cui una di sostegno ai disabili, sono state un'ordinanza di obbligo di dimora a Gragnano (Napoli) emessa dal Tribunale di Torre Annunziata. Motivo: sono accusate di aver umiliato e maltrattato fisicamente con schiaffi e strattoni e psicologicament con urla e rimproveri spropositati nei confronti di bambini di una terza elementare della scuola ‘Giuseppe Ungaretti' di Gragnano, fra i quali uno con disabilità psichica.

Gragnano: botte ai bimbi della scuola elementare

Tutto inizia – spiega una nota firmata dal procuratore Alessandro Pennasilico – con la storia di una bimba di 9 anni, affetta da ritardo nell'apprendimento. La piccola era affidata a una insegnante di sostegno. È sempre più scontenta, rifiuta di andare a scuola. Quando i genitori cercano di vederci chiaro, arriva la drammatica verità. Nella denuncia – presentata ai carabinieri della stazione di Gragnano dalla madre di uno degli alunni – si descrive una situazione abominevole. Gli accertamenti dei militari si sono svolti attraverso raccolta di testimonianze ed intercettazioni sia audio che video, e hanno consentito di documentare – all'interno della classe III della Scuola elementare del primo Circolo didattico Ungaretti-Sezione distaccata Roncalli – vari episodi di maltrattamenti da parte delle due insegnanti di ruolo, come prese violente e urla, rimproveri spesso ingiustificati posti in essere dall'insegnante "ordinaria" nei confronti anche di altri bambini e da quella di "sostegno" sull'alunna di 9 anni affidata a lei poiché con ritardo nell'apprendimento.