La strada che si allaga completamente, l'acqua che arriva all'altezza delle portiere, impedisce all'automobile di proseguire e anche di aprire gli sportelli. Può succedere anche questo, quando il maltempo si abbatte sulla città con fitte piogge che prima mettono a dura prova e poi con facilità hanno la meglio sulle strade malandate e su impianti fognari al collasso. Ed è successo ieri sera, 28 novembre, in una strada della periferia nord di Napoli, dove un automobilista è rimasto bloccato in macchina ed è stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco per tirarlo fuori.

L'allarme è partito da alcuni residenti, che hanno fermato una pattuglia del commissariato Chiaiano della Polizia di Stato, in servizio di pattugliamento in via Amendola, per segnalare che poco distante un uomo era rimasto prigioniero nella sua automobile. Era bloccato in via Miano a Piscinola, che si era totalmente allagata diventando una sorta di piscina di pioggia sporca e terreno, con l'acqua che aveva superato l'altezza delle ruote, senza possibilità né di proseguire né di uscire a piedi. I muretti ai lati della carreggiata avevano funzionato come le pareti di una vasca, l'acqua si era accumulata e, senza uno sfogo, era rimasta bloccata salendo sempre più di livello.

Gli agenti si sono precipitati sul punto indicato e hanno rassicurato l'uomo, comprensibilmente preoccupato; mentre uno bloccava la circolazione, impedendo che altri automobilisti imboccassero la strada e finissero col rimanere intrappolati, l'altro poliziotto ha tentato di liberare l'uomo dall'abitacolo. Per salvarlo in sicurezza è stata fatta intervenire una squadra dei Vigili del Fuoco.