Un 55enne di Napoli è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri di Bonito, in provincia di Avellino, per il reato di truffa: aveva messo in vendita su Internet una Playstation ma, dopo avere incassato il pagamento, era sparito nel nulla e ovviamente non aveva inviato niente all'acquirente. Tutto nasce quando un giovane di Bonito, comune dell'Avellinese da poco meno di 2500 abitanti, ha trovato su un noto sito di annunci una console che sembrava proprio fare al caso suo. Usata, ma in perfette condizioni. Funzionante, completa di gamepad ma soprattutto a un prezzo molto conveniente: appena 170 euro, almeno 100 euro in meno rispetto agli altri annunci.

Così il ragazzo non ci ha pensato troppo, ha creduto di avere trovato un'ottima occasione e per non farsela scappare non ha perso tempo. Ha contattato il venditore, che si è mostrato disponibile e gentile. Come da prassi, insomma. Ha risposto a tutte le sue domande, indicato il sistema di pagamento e si è fatto accreditare quei 170 euro con un bonifico bancario. Da quel momento, silenzio. Nessuna risposta ai messaggi, telefono perennemente staccato. E della Playstation, ovviamente, nessuna traccia.

A quel punto era chiaro che non si trattava di un affare, ma della classica truffa perpetrata su Internet: la vittima viene attirata con un prezzo molto basso, il truffatore scompare una volta ottenuto il pagamento. Questa volta, però, il ragazzo non ha lasciato correre, al contrario di come fanno molte delle vittime, che preferiscono evitare di sporgere denuncia vista la somma persa tutto sommato bassa; si è rivolto alle forze dell'ordine e il presunto truffatore è stato individuato.