immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Due ragazzini, entrambi minorenni, sono stati denunciati dalla Polizia Municipale di Pomigliano d'Arco, in provincia di Napoli: appostati su un cavalcavia, stavano lanciando dei sassi verso le auto che passavano al di sotto del ponte e avevano centrato la vettura di un automobilista, per fortuna senza provocare gravi danni; i due sono stati deferiti all'autorità giudiziaria presso il Tribunale dei Minori.

I ragazzini, che hanno 14 anni, sono stati bloccati dagli agenti della Polizia Municipale di Pomigliano d'Arco, guidata dal comandante Luigi Maiello. I poliziotti li hanno sorpresi grazie a una attività investigativa mirata che era stata organizzata proprio in seguito alle numerose segnalazioni arrivate al comando dei vigili: c'era qualcuno che si divertiva a lanciare dei sassi sulle automobili in transito dal cavalcavia dell'ex Circumvesuviana, ora pista ciclabile, prolungamento di via Alfa Romeo.

Arrivati sul posto, gli agenti hanno trovati i due 14enni che erano ancora intenti a lanciare le pietre verso il basso. Avevano appena colpito una automobile di passaggio, danneggiando la vettura ma fortunatamente senza causare danni ai passeggeri che erano a bordo. Le pietre rinvenute lungo la carreggiata sono state sequestrate.

Uno degli ultimi episodi del genere nel Napoletano risale a un paio di anni fa: nel 2017 un automobilista era stato centrato a Lago Patria, frazione del comune di Giugliano in Campania. La pietra aveva colpito il cofano ed era rimbalzata sfondando il parabrezza; malgrado la paura il conducente, che era in auto col figlio piccolo, era riuscito a non perdere il controllo della vettura.