immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Sei ragazzini, tutti minorenni, sono stati denunciati dalla Polizia di Stato per furto aggravato: sono accusati di avere rubato il telefono cellulare di una ragazza all'interno del centro commerciale La Cartiera di Pompei (Napoli), e di averlo subito dopo rivenduto ad un negozio. I sei sono stati identificati grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza; denunciato anche il commerciante che aveva acquistato il telefonino rubato per poche decine di euro: dovrà rispondere di ricettazione.

I fatti contestati risalgono allo scorso 29 gennaio, quando una ragazza aveva denunciato alla Polizia il furto del telefono cellulare. Convinta di non averlo perso, ma che glielo avessero rubato, si era rivolta alle forze dell'ordine e aveva descritto i propri movimenti nel centro commerciale e i punti dove riteneva possibile che le avessero sottratto il cellulare. Erano state avviate le indagini e, dopo l'acquisizione delle telecamere di videosorveglianza interne de La Cartiera, gli agenti avevano individuato il gruppetto che si era appropriato del telefonino. Si tratta di ragazzi di Torre del Greco (Napoli), hanno tra i 14 e i 17 anni.

I sei erano stati rintracciati e, ascoltati dagli investigatori, avevano riferito di essersi già liberati dello smartphone: lo avevano "piazzato" a un commerciante per 60 euro. Il telefono è stato effettivamente ritrovato nel negozio dell'uomo, un 36enne di Torre del Greco, e dopo le formalità di rito è ritornato nelle mani della legittima proprietaria; il commerciante è stato denunciato per ricettazione. Per i sei minorenni, invece, è scattata la denuncia pere furto aggravato in concorso.