Una passeggiata, non proprio gradevole, quella che sono stati costretti ad affrontare, ieri, martedì 1 ottobre, alcuni passeggeri di un treno della Circumvesuviana. Nel primo pomeriggio di ieri, il convoglio, mentre era in procinto di fermarsi alla stazione di Pompei, nella provincia di Napoli, è stato colpito da un guasto. Dopo un quarto d'ora di stop, nel quale non sono stati fornite informazioni circa i tempi di ripristino del servizio, alcuni passeggeri sono scesi dal treno, rovente a causa delle alte temperature: dopo altri minuti di attesa, i passeggeri, esasperati, si sono incamminati sui binari, oltre un chilometri a piedi, per raggiungere la stazione.

"Proviamo sdegno per la mortificante situazione che hanno vissuto pendolari e turisti, costretti a lasciare un treno in avaria sulla tratta della Circumvesuviana Sorrento-Napoli all'altezza di Pompei. Ancora più sconfortante la fotografia di persone costrette a camminare sui binari per raggiungere l'altra stazione in attesa di un successivo treno" è la denuncia di Abbac, l'associazione dei Bed and Breakfast di Napoli, tramite il presidente Agostino Ingenito e il coordinatore della Penisola Sorrentina Sergio Fedele. Il presidente dell'Eav, la società che gestisce la Circumvesuviana, Umberto De Gregorio, all'Ansa ha dato notizia del treno guasto, ma ha riferito di non avere notizia di passeggeri che hanno percorso a piedi i binari.