In occasione del Ponte del 2 giugno – giornata nella quale si festeggia la Repubblica Italiana – il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, tra Portici e Napoli, ha pensato a delle aperture straordinarie per coloro i quali ne vorranno visitare le bellezze del museo che celebra la storia ferroviaria del nostro Paese (e anche quella della Napoli-Portici, la prima linea ferroviaria d'Italia), sempre nel rispetto delle norme anti-Covid che consentono l'accesso soltanto a gruppi limitati di persone per evitare assembramenti. E così, lunedì 1° giugno, il museo resterà aperto dalle 9 alle 16.30, mentre martedì 2 giugno invece dalle 9.30 alle 19.30; negli altri giorni, invece, sarà osservato l'orario di apertura tradizionale, ovvero dalle 14 alle 20. Il Museo di Pietrarsa ha pensato anche a dei prezzi speciali per questo Ponte: per le famiglie (ovvero due adulti e due ragazzi di età compresa tra i 6 e i 18 anni) si potrà accedere con un biglietto del costo complessivo di 10 euro; quelli che acquisteranno invece il biglietto singolo (7 euro tariffa intera, 5 euro tariffa ridotta per under 18 e over 65) potranno fare un giro panoramico del museo a bordo del treno gommato "Bayardino", una sorta di riproduzione in miniatura del treno Bayard, ovvero quello che ha compiuto il viaggio inaugurale sulla linea Napoli-Portici.

Nato come fabbrica di locomotive a vapore nel 1845, il Museo di Pietrarsa, con l'avvento dei nuovi metodi di locomozione ha conosciuto un rapido declino, fino alla chiusura, nel 1975, anno in cui si decide di trasformare la fabbrica in un vero e proprio museo dedicato alla storia delle Ferrovie italiane, inaugurato ufficialmente il 7 ottobre del 1989. Dopo un lungo periodo di chiusura per ristrutturazione, il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa ha riaperto al pubblico il 19 dicembre del 2007.