Giuseppe Liotti
in foto: Giuseppe Liotti

Cinque episodi accertati, ma la Polizia sospetta che potrebbero esserne molti di più. Per questo motivo la Procura ha deciso di diffondere la fotografia di Giuseppe Liotti, napoletano di 38 anni con precedenti di polizia, arrestato in esecuzione di una ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del tribunale di Napoli: è accusato di diverse truffe agli anziani, lo hanno riconosciuto grazie alle immagini delle telecamere. Gli episodi contestati, cinque, risalgono allo scorso agosto, quando alcuni anziani di Portici, in provincia di Napoli, vennero raggirati con la classica truffa del finto nipote.

L'uomo, hanno appurato gli inquirenti nel corso delle indagini, aveva contattato le vittime, scegliendole tra residenti che avevano più di ottanta anni, e si era spacciato per il nipote in difficoltà. Al telefono aveva spiegato di avere bisogno di denaro, e che un incaricato sarebbe passato a ritirare i contanti. Il "corriere", come annunciato, era arrivato poco dopo: si trattava sempre di Liotti, cappellino, occhiali scuri e borsone a tracolla, che aveva incassato i soldi ed era scappato. Gli agenti sospettano che le truffe possano essere molte di più, da qui l'invito alla cittadinanza: chiunque riconoscesse il giovane nella foto e fosse stato sua vittima è pregato di contattare le forze dell'ordine.

La svolta alle indagini era arrivata ad ottobre, durante un controllo sul territorio a Portici. Liotti era stato fermato mentre era in motocicletta e, mentre verificavano documenti personali e del mezzo, gli agenti si sono accorti di una forte somiglianza di quel ragazzo con quello che era stato ripreso nei pressi delle abitazioni delle vittime dalle telecamere di videosorveglianza. Il provvedimento è stato eseguito ieri, 28 gennaio, dagli agenti del commissariato di Portici della Polizia di Stato.