Un uomo di 70 anni è morto dopo essere precipitato da un appartamento al quarto piano del palazzo in cui abitano alcuni familiari. La vittima, originaria del Napoletano, si stava occupando dei lavori ad una mansarda; era già senza vita quando sono arrivati i sanitari del 118, chiamati da alcuni testimoni oculari che avevano assistito alla scena.

La tragedia è avvenuta ieri, 12 luglio, nel Cilento, in un palazzo di Moio della Civitella, piccolo centro in provincia di Salerno. L'uomo, hanno ricostruito le forze dell'ordine, era su un balcone con dei familiari. Stavano montando una tenda da esterno sulla tettoia della mansarda della casa dei parenti, nella frazione di Pellare. Il 70enne si trovava su una scala quando avrebbe perso improvvisamente l'equilibrio. Non sarebbe riuscito ad aggrapparsi né gli altri presenti sarebbero riusciti ad afferrarlo ed è così precipitato per quattro piano, circa 15 metri.

Inutili i soccorsi, allertati dai familiari e da altri residenti che, dalle loro abitazioni, hanno visto l'uomo cadere al suolo. I medici del 118 hanno solo potuto constatare il decesso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania per la ricostruzione dell'incidente; i militari hanno effettuato i rilievi e hanno ascoltati i presenti per chiarire la dinamica.

Probabilmente verrà disposta l'autopsia, per chiarire i motivi che hanno portato alla perdita di equilibrio.  Verosimile che si sia trattato di imprudenza, o che la scala, appoggiata male, abbia traballato, ma non si esclude che l'uomo sia caduto dopo aver accusato un capogiro che potrebbe avergli fatto perdere la presa.