Aveva perso il controllo del parapendio ed era finito in un burrone, in una zona impervia non raggiungibile da terra. Per salvarlo si è alzato in volo un elicottero HH-139 del 15 Stormo dell'Aeronautica Militare, che all'alba di oggi, 12 agosto, ha sorvolato la località Valle Agricola, in provincia di Caserta, per recuperarlo con l'uso di un verricello, calato da un aero-soccorritore dell'Aeronautica Militare, che lo ha assicurato a una speciale barella avio trasportabile.

L'uomo, P. I., 50 anni, assistente parlamentare originario di Campobasso ma residente a Roma, voleva volare col parapendio da Bocca della Selva fino a Valle Agricola, attraversando il Matese. Forse a causa di qualche manovra sbagliata ha perso il controllo del velivolo ed è precipitato nel burrone. Le sue invocazioni di aiuto, intorno alle 21.30 di ieri sera, sono state sentite da un gruppo di ragazzi, che hanno allertato il 118.

Per il soccorso erano arrivati gli uomini del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) della Regione Campania, che hanno effettuato le ricerche da terra. Dopo diverse ore e diversi chilometri percorsi nei boschi sono riusciti a trovare l'uomo, che era rimasto ferito e non poteva muoversi. Si trovava in un punto non raggiungibile coi mezzi terresti, l'unica era passare dal cielo. Così è stata inoltrata la richiesta al Comando Operazioni Aeree di Poggio Renautico, l'ente dell'Aeronautica Militare che coordina e gestisce anche questo tipo di interventi sul territorio italiano.

È stato attivato uno degli assetti per attività SAR – Search and Rescue (cerca e salva), un elicottero dell'85 Centro di Ricerca e Soccorso di Pratica di Mare. Il ferito, portato in salvo con la barella issata dal verricello, è stato immediatamente trasportato sul campo sportivo di Ville Agricola, dove lo attendeva un'ambulanza del 118 per il trasferimento in ospedale. È stato sottoposto ad un intervento chirurgico al San Sebastiano di Caserta, ora si trova ricoverato in Terapia Intensiva dello stesso ospedale. I medici hanno escluso il pericolo di vita.