Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Riuniti in chiesa a pregare, nonostante i decreti per combattere il Coronavirus vietino di uscire di casa per questioni che non costituiscano urgenza e di assembrarsi: 9 persone sono state denunciate al Vasto, quartiere di Napoli che ruota attorno alla Stazione Centrale. Nella fattispecie, gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura partenopea, impegnati in controlli sul territorio proprio per verificare l'osservanza ai divieti per il Covid-19, grazie a segnalazioni pervenute grazie a YouPol, l'app della Polizia di Stato che permette ai cittadini un diretto contatto con gli agenti, hanno fatto irruzione in una chiesa cristiana evangelica di via Ferrante Loffredo, dove hanno sorpreso cinque persone raccolte in preghiera; i poliziotti sono intervenuti anche in un'altra sede della chiesa, in via Carlo Della Gatta, dove hanno sorpreso altre 4 persone. I nove uomini, tutti di nazionalità nigeriana, sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria ai sensi dell'articolo 650 del codice penale per inottemperanza alle prescrizioni del Dpcm del 9 marzo.

La Città Metropolitana di Napoli, vale a dire il capoluogo e la sua provincia, fanno registrare purtroppo un alto numero di persone denunciate per aver violato le disposizioni varate per contrastare il Coronavirus. Soltanto nella giornata di sabato 21 marzo, in tutta l'area metropolitana sono state denunciate 813 persone ai sensi dell'articolo 650 del codice penale. Un numero altissimo quello dei denunciati nella Città Metropolitana di Napoli: 7.594, di cui 35 arrestati negli 11 giorni di controlli, dallo scorso 11 marzo.