Accolto il ricorso presentato da Nicola Oddati ed altri contro il congresso provinciale del Partito Democratico del 2017: il Tribunale di Napoli ha dunque dichiarato illegittime le operazioni elettorali e l'elezione del segretario provinciale Massimo Costa. Lo ha fatto sapere Riccardo Marone, ex-sindaco di Napoli (tra il 2000 ed il 2001, quando da Vicesindaco facente funzioni guidò il traghettamento tra le dimissioni di Antonio Bassolino, che lasciò per candidarsi alla Regione Campania, e l'elezione di Rosa Russo Iervolino).

Marone, che è anche l'avvocato che ha difeso Nicola Oddati nei suoi procedimenti contro le primarie del Partito Democratico a Napoli e provincia del 2018, ha scritto su Facebook: "Oggi il Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso proposto da Nicola Oddati ed altri contro il congresso provinciale del 2017, dichiarando illegittime le operazioni elettorali e l’elezione del segretario provinciale Costa". Ai gazebo nei circoli la vittoria dell'attuale segretario del Partito Democratico metropolitano di Napoli venne contestata da Oddati, che quest'oggi ha avuto ragione in tribunale su entrambi i ricorsi: quello contro le operazioni elettorali stesse ed il secondo contro la nomina del segretario provinciale Massimo Costa.