immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Una gita in mare si è trasformata in tragedia nel pomeriggio di oggi, 13 luglio, a Procida, nel golfo di Napoli: un uomo di 35 anni, forse a causa di una manovra sbagliata, è stato gravemente ferito a una gamba dall'elica del gommone che aveva noleggiato con gli amici in mattinata a Napoli; salvato e tirato fuori dall'acqua dal bagnino, è stato trasportato all'ospedale Gaetanina Scotto e successivamente sulla terraferma in elicottero. Le ferite a quanto si apprende sono profonde, rischia di perdere l'arto. Le indagini sono in corso per stabilire l'esatta dinamica dell'incidente.

A lanciare l'allarme, gli amici che erano con il 35enne sul gommone. Tra i primi a intervenire Carlo, il bagnino della spiaggia Pozzo Vecchio di Procida, che ha recuperato il ferito e lo ha portato a riva e subito dopo ha chiamato l'ambulanza del 118. I soccorsi sono arrivati poco dopo. Il 35enne presentava delle profonde ferite alla gamba sinistra. Le sue condizioni sono gravi, sarebbe stato colpito dall'elica almeno cinque volte e le ferite rischiano di portare all'amputazione della gamba. Dopo i primi accertamenti nell'ospedale procidano, viste le condizioni di salute e gli interventi chirurgici necessari, è stato disposto il trasferimento all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli (La Schiana), dove il 35enne è stato portato in elicottero.

La dinamica dell'incidente resta in via di definizione. Secondo una prima ricostruzione il 35enne era sul gommone quando avrebbe perso l'equilibrio e sarebbe finito in acqua, venendo quindi colpito dall'elica. Le indagini sono affidate alla Capitaneria di Porto, che ha esaminato il gommone e ha raccolto la testimonianza dei quattro giovani che erano con la vittima.