Giuseppe Tammaro (Facebook)
in foto: Giuseppe Tammaro (Facebook)

La tragica scoperta è stata fatta la scorsa notte a Seiano dove ai piedi del ponte è stato ritrovato il corpo ormai privo di vita di Giuseppe Tammaro, il professore di cui si erano perse le tracce domenica mattina. A ritrovare il cadavere sono state le forze dell'ordine dopo che i famigliari ne avevano denunciato la scomparsa e dopo che un dipendente dell'Eav aveva raccontato di aver venduto all'uomo un biglietto della circumvesuviana per Seiano. Secondo una prima ipotesi, avanzata grazie alle testimonianze raccolte e soprattutto alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, il docente dell'Istituto San Paolo di Sorrento si sarebbe lanciato dal ponte di Seiano nella notte tra domenica e lunedì. Un gesto volontario dunque che potrebbe risiedere secondo alcuni nella recente scoperta di Tammaro di essere malato. Saranno comunque gli investigatori a ricostruire quanto accaduto nelle ultime ore di vita del professore che lascia la moglie e due figlie.

Il professore aveva scoperto da poco di essere malato

Erano stati proprio i famigliari a contattare le forze dell'ordine dopo che l'uomo, residente a Castellammare di Stabia, era uscito di casa nella mattinata di domenica 2 giugno senza farvi ritorno. Numerosi i messaggi e gli appelli lanciati attraverso i social verso chiunque avesse potuto fornire informazioni utili al suo ritrovamento. Una catena di solidarietà attivatasi immediatamente in città per cercare di ritrovare l'uomo stimato da tutti: ricerche durate ore conclusesi poi nel peggiore dei modi, con il ritrovamento del corpo avvenuto poco dopo l'una di notte. Oggi sono in tanti a piangere la morte di Tammaro e a partecipare al dolore della famiglia: "Era un brav’uomo, un bravo professore – ricorda un ex alunno su Facebook – un professore moderno insomma! Era molto bravo, molto paziente ed anche divertente. Lo porterò sempre le cuore. Mi dispiace davvero, davvero tanto!".