Il nascondiglio ce l'aveva a portata di mano, proprio davanti agli occhi: per recuperare la droga bastava sganciare il coperchio del clacson, sul volante. Ciro Ravolo, 27 anni, napoletano, ci teneva conservate 5 bustine di marijuana, mentre addosso ne aveva altre 6 piene di cocaina. I poliziotti del commissariato San Giovanni a Teduccio lo hanno intercettato mentre si spostava da un cliente all'altro, tra San Giovanni a Teduccio e Barra. Erano già sulle sue tracce, con una indagine mirata avevano ricostruito i suoi spostamenti e hanno organizzato la trappola. Una delle tre pattuglie lo aspettava in via Bernardo Quaranta. I poliziotti lo hanno visto consegnare droga a un cliente ma, a causa del traffico, non sono riusciti a raggiungerlo. L'occasione si è ripresentata pochi minuti dopo, quando la Fiat 600 di Ravolo è di nuovo tornata su via Repubbliche Marinare: dopo un inseguimento il giovane è stato bloccato in via Stigliola.

Dopo il ritrovamento di marijuana e cocaina nell'abitacolo i poliziotti hanno esteso la perquisizione alla sua abitazione. Nella casa di via Bernardo Quaranta c'erano altre 60 bustine di marijuana, due bilancini di precisione e 1.155 euro; in totale sono stati sequestrati 170 grammi di marijuana e 3 di cocaina. E due acquirenti sono stati identificati: i poliziotti hanno risposto al telefono del pusher e li hanno raggiunti, uno in via Croce del Lagno e l'altro a San Giorgio a Cremano, al Largo Arso. Ravolo è stato condotto nella casa circondariale di Poggioreale per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Aggiornamento: difeso dall'avvocato Michele Basile, Ravolo, dopo l'udienza di convalida il 9 febbraio, è stato condotto agli arresti domiciliari.