Un uomo di trentasei anni è stato arrestato dalla polizia di Castellammare di Stabia per aver rapinato due farmacie del rispettivo incasso. L'uomo è stato individuato grazie alle telecamere di video-sorveglianza degli esercizi commerciali stessi, oltre alle descrizioni ed altri elementi forniti dalle vittime delle rapine stesse. Inizialmente, l'uomo nonostante l'individuazione si era reso irreperibile ma dopo alcuni giorni di ricerche è stato rintracciato e bloccato nel popoloso comune di Castellammare di Stabia stesso. Almeno due i colpi di cui l'uomo sarebbe stato protagonista: entrambe si erano svolte nel marzo del 2019, in altrettante farmacie rispettivamente su via Epomeo e nel Parco San Paolo.

Dopo lunghe indagini, durate poco meno di un anno, gli agenti di polizia sono riusciti a risalire alla sua identità: si tratterebbe di un trentaseienne napoletano, R.G., con precedenti di polizia. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli, in base al quadro indiziario ricostruito dagli inquirenti, ha così emanato, su richiesta della locale Procura della Repubblica, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti. Il presunto autore sarebbe stato individuato proprio incrociando le testimonianze delle vittime delle rapine e le immagini degli impianti di video-sorveglianza delle farmacie stesse. Il modus operandi del rapinatore era sempre lo stesso: faceva irruzione, con il volto travisato da sciarpe e cappelli, all'interno delle farmacie prese di mira e, armato di pistola, si faceva consegnare l'incasso per poi scappare a gambe levate prima che i farmacisti riuscissero a fermarlo o le forze dell'ordine giungessero sul posto.