Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

I carabinieri hanno arrestato a Napoli un uomo di 33 anni, originario del Marocco, su cui pendeva un mandato di arresto emesso dal Tribunale di Macerata, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Lo scorso 5 marzo, infatti, il 33enne era entrato nel ristorante "Gatto Pappone" di Porto Recanati, armato di coltello, per rapinarlo. Durante le fasi concitate della rapina, il cuoco del ristorante, che aveva tentato di impedire all'uomo di mettere a segno il colpo, era rimasto ferito, fortunatamente in maniera non grave.

L'uomo "tradito" dalle impronte digitali

Il 33enne, dotato di molteplici alias, dopo la rapina era riuscito a dileguarsi e, nonostante le indagini e le perquisizioni delle forze dell'ordine successive al colpo, che avevano battuto tutti i posti solitamente frequentati dal malvivente, era riuscito anche a sfuggire alla cattura. Fermato a Napoli nell'ambito di un controllo dai carabinieri , i militari dell'Arma hanno scoperto, grazie al confronto delle impronti digitali nella banca dati delle forze dell'ordine, che sul 33enne pendeva un mandato di cattura: per l'uomo sono scattate così le manette.