La sanità nella Regione Campania, dopo circa 10 anni, non è più commissariata: la Conferenza delle Regioni ha decretato lo stop del commissariamento. Ad annunciarlo è stato Enrico Coscioni, consigliere del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per quanto riguarda i temi attinenti alla sanità, durante una intervista alla trasmissione "Fuori la radio" su Radio Crc. "Conosco bene i sacrifici che hanno fatto tutti. Dopo 10 anni di commissariamento, 14mila persone in meno, siamo riusciti ad arrivare dove siamo adesso, ma per mettere in ordine le cose abbiamo ancora bisogno di 5-10 anni – ha detto Coscioni -. Aver approvato il programma sanitario, con 2 miliardi, vuol dire impegnarsi per migliorare la sanità campana. È appena finito un concorso per ausiliari nell'Asl Napoli 2 Nord a tempo indeterminato e tanti altri concorsi che verranno annunciati a breve. Con l'uscita dal commissariamento abbiamo attraversato la fase eroica, adesso dobbiamo accingerci alla fase umanistica. De Luca è il primo a voler stabilizzare tutti. Il presidente resterà assessore alla sanità. Squadra vincente non si cambia, quindi andremo avanti così".

Soddisfazione per la fine del commissariamento è stata espressa anche dallo stesso Vincenzo De Luca, che su Facebook elenca i risultati raggiunti nell'ambito sanitario e scrive: "L’ok di oggi alla fine del Commissariamento della sanità campana e il ritorno alla gestione ordinaria non sono chiacchiere, ma è il frutto del lavoro di tanti e dei risultati concreti raggiunti. Molti altri ancora dobbiamo ottenerne. Ma stiamo dimostrando con i fatti che cambiare in meglio la realtà è possibile con questo governo della Regione Campania".