20 Novembre 2018
12:30

Rifiuti speciali sversati illegalmente nel terreno: sequestri e denunce a Battipaglia

Un terreno trasformato in una discarica illegale a cielo aperto: nei guai tre persone. Oltre al proprietario del terreno, anche l’autista di un autocarro ed il titolare dell’impresa per la quale lavora: il terreno è stato sequestrato, così come il mezzo su cui viaggiavano i rifiuti speciali che venivano sversati.
A cura di Giuseppe Cozzolino

Blitz dei carabinieri nella Piana del Sele, nel salernitano: i militari dell'arma hanno scoperto un terreno nel quale venivano sversati illegalmente rifiuti speciali. L'operazione è stata condotta dai carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, con l'ausilio di un velivolo nel 7° Elinucleo Carabinieri di Pontecagnano e dell'equipaggio del Nucleo Radiomobile di Battipaglia.

L'operazione si è svolta a Battipaglia, in località Spineta: i militari dell'arma hanno individuato un uomo che, alla guida di un autocarro di proprietà di un noto impianto di trattamento di rifiuti speciali dell'agro nocerino-sarnese, fermandolo così in flagranza di reato mentre era impegnato nelle operazioni di sversamento illegale dei rifiuti. Il mezzo è stato così sequestrato, mentre i militari specializzati del Noe di Salerno hanno proceduto alla caratterizzazione dei rifiuti ritrovati a bordo. L'uomo, assieme al titolare dell'impresa ed al proprietario del fondo in cui i rifiuti venivano abbandonati, dovranno ora rispondere di attività di gestione di rifiuti non autorizzata. Sequestrata anche il terreno stesso, trasformato in una enorme discarica illegale a cielo aperto.

Piantagione di marijuana in un terreno di Giugliano: sequestri per oltre un milione di euro
Piantagione di marijuana in un terreno di Giugliano: sequestri per oltre un milione di euro
Epidemia nelle bufale, la rivolta degli allevatori:
Epidemia nelle bufale, la rivolta degli allevatori: "Il piano di De Luca ha fallito"
221.683 di AntonioMusella
Prete sfida la camorra con un megafono nelle piazze di spaccio e sotto casa del boss:
Prete sfida la camorra con un megafono nelle piazze di spaccio e sotto casa del boss: "Via da qui"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni