È uno dei siti archeologici più visitati in Campania, complici la bellezza delle costruzioni di epoca romana e la vicinanza a quello di Pompei, che si trova a una manciata di chilometri: si tratta degli Scavi di Ercolano, che ogni anno vengono visitati da centinaia di migliaia di turisti. Peccato però che, come segnalato anche sui social network dai cittadini infuriati, via dei Papiri Ercolanesi, che costituisce uno degli ingressi al Parco Archeologico, si presenti da qualche giorno colma di rifiuti e materiale ingombrante, accumulati sul ciglio della strada. La via è percorsa quotidianamente da bus turistici e visitatori, che non possono fare a meno di notare i cumuli di immondizia nel loro percorso fino all'ingresso degli Scavi. Non solo comuni sacchi di immondizia accatastati l'uno sull'altro, ma anche pezzi di legno, addirittura un materasso e un frigorifero.

La denuncia del degrado in cui versa l'aria, che non costituisce soltanto uno degli ingressi al Parco Archeologico – oltre a quello principale di corso Resina – ma è pieno anche di attività commerciali che richiamano i turisti che visitano gli Scavi, arriva come detto a mezzo Facebook in particolare dal gruppo "Sei di Ercolano se…": qui, tantissimi cittadini si lamentano dei cumuli di rifiuti abbandonati in strada e chiedono a gran voce l'installazione delle telecamere contro incivili e maleducati che abbandonano l'immondizia incuranti delle regole.