Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un intervento chirurgico d'eccellenza quello che è andato in scena all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove è stato asportato un tumore al cervello di circa 8 centimetri a un paziente completamente sveglio, un uomo napoletano di 30 anni. L'intervento, durato circa 4 ore, è stato effettuato dall'equipe medica del dottor Michele Carandente, primario del reparto di Neurochirurgia. L'operazione è stata eseguita con la tecnica dell'awake craniotomy: il paziente è stato tenuto completamente sveglio, vigile e collaborativo per preservare al meglio l'area della parola e per ridurre al minimo eventuali lesioni.

Insieme al primario Michele Carandente, hanno operato i suoi collaboratori Agostino Bosone e Giovanni D'Onofrio; la componente anestesiologica, la cui unità operativa è diretta dal primario Mario Iannotti, è stata affidata al dottor Domenico Carbone e agli infermieri del complesso operatorio Francesca Russo, Annamaria Scola e Francesca Carmine Ventura. Al termine dell'intervento, perfettamente riuscito, il 30enne ha potuto già fare ritorno nel reparto di Neurochirurgia, nel quale era ricoverato. L'operazione chirurgica, effettuata all'ospedale Umberto I nella giornata di ieri, testimonia la qualità del reparto di Neurochirurgia del nosocomio di Nocera Inferiore.