Paura nella notte al Rione Traiano a Napoli, ostaggio di regolamenti di conti e sparatorie. Due agguati in una manciata di ore tra stanotte e stamattina. Attorno alle 4.30 del mattino un uomo ha scavalcato il muro di un'abitazione in via delle Bucoliche, esplodendo poi decine di colpi di pistola contro la porta d'ingresso e la facciata della casa. Colpita dai proiettili anche una Smart, in tutto sono stati rinvenuti una trentina di bossoli. Nell'appartamento abita una donna con i suoi due figli, da quanto si apprende l'ex marito avrebbe piccoli precedenti per contrabbando di sigarette. Questa mattina invece una raffica di colpi è stata sparata in via Canonico Scherillo.

L'altra notte invece più di 60 colpi d'arma da fuoco, tra mitra e pistola, sono stati esplosi sempre al Rione Traiano, tra via Tertulliano e via Romolo e Remo. Crivellati di proiettili la porta di un locale e di un'abitazione, oltre a tre auto parcheggiate in strada.

Nella notte tra venerdì e sabato un pregiudicato di 37 anni si è recato all'ospedale San Paolo accompagnato da qualcuno che poi è fuggito, con una grave ferita d'arma da fuoco alla gamba. Ai poliziotti aveva raccontato di essere stato ferito proprio davanti alla sua abitazione al Rione Traiano, ma sul luogo indicato dall'uomo gli agenti non hanno ritrovato né sangue né bossoli.

Questa notte un agguato dalle conseguenze ben più gravi si è invece consuma al Rione Sanità, dove un 17enne è stato ferito a morte, raggiunto da due proiettili sparati da ignoti. A Ponticelli un uomo è stato crivellato di colpi ieri sera davanti la porta del negozio della sorella.