Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Hanno percorso a folle velocità i vicoli del centro, continuando a fuggire verso via Mezzocannone, ma si sono trovati di fronte una volante della Polizia. Mezzo ormai fuori controllo, si sono schiantati sull'automobile e sono stati catapultati a terra. E, dopo la visita al Pronto Soccorso, sono finiti in manette: lo scooter lo avevano appena rapinato. Agli arresti, intorno alle 22 di ieri, due giovani napoletani, uno di 19 anni, finito nella casa circondariale di Poggioreale, e l'altro di 17 anni, con diversi precedenti di polizia, accompagnato al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei.

Avevano tentato la fuga dopo aver visto una pattuglia del Nibbio che perlustrava la zona, dopo che era stata diramata la nota di ricerca per la rapina; percorrendo ad alta velocità via Mezzocannone hanno perso il controllo del mezzo, finendo prima contro un muretto e poi centrando la volante della Polizia di Stato. La rapina era avvenuta pochi minuti prima, le vittime erano state bloccate in via Marina, all'angolo con via Marchese Campodisola; i due, arrivati con un complice su uno scooter, le avevano fatte accostare e si erano fatti consegnare il mezzo puntando loro contro le pistole. I giovani rapinatori sono stati trovati in possesso di due pistole replica, un passamontagna e un mephisto. Sono stati repertati al Loreto Mare insieme ai poliziotti, rimasti leggermente feriti nell'impatto. Sono in corso le ricerche del terzo complice, che dopo la rapina si era allontanato in una direzione diversa.