[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

Un uomo di 64 anni originario di Pontecagnano Faiano, in provincia di Salerno, ha accoltellato la sua ex compagna, sferrandole una pugnalata all'altezza del cuore. Il fatto è avvenuto oggi, nel giorno di Pasquetta, in via Generale Clark: la donna è stata soccorsa e trasportata d'urgenza all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona: a causa della profondità della ferita, le sue condizioni sono molto gravi e non si sa se i medici riusciranno a salvarle la vita. L'uomo, invece, è stato bloccato poco dopo dai carabinieri e arrestato: era già noto alle forze dell'ordine per precedenti penali nei confronti di un'altra donna, che l'aveva denunciato per stalking. La donna accoltellata al cuore ha 38 anni ed è originaria della Romania: dopo cinque anni di storia, ha chiuso la relazione con quello che sarebbe poi diventato il suo aggressore. Purtroppo è in fin di vita.

Napoli, accoltella la compagna incinta: arrestato

Nella notte tra Pasqua e Pasquetta si è verificato a Napoli un altro episodio di violenza verso una donna. A essere pugnalata alla gamba, sempre con un coltello, una 26enne incinta. L'aggressore è il suo compagno: adesso si trova agli arresti nel carcere di Poggioreale. A chiamare le forze dell'ordine, alle 4 del mattino, i vicini della coppia, che sentivano delle urla provenire in vico Carrozzieri, nel centro storico di Napoli. Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato la mamma del ragazzo, che li ha portati nell'appartamento: e qui c'era la ragazza di 26 anni, incinta, con una ferita d'arma da taglio alla gamba. La giovane è stata portata immediatamente in ospedale, dove ha ricevuto le cure necessarie: sia lei sia il bambino stanno bene. Il suo aggressore è stato trovato dalle forze dell'ordine completamente ubriaco: in casa sono stati trovati due coltelli, uno con una lama da 16 centimetri e uno da 22. E proprio quest'ultimo era sporco di sangue e nascosto in un cassetto.