immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Stava litigando animatamente con la moglie in strada vicino a un bar, aveva cominciato ad inveire e ad insultarla davanti a tutti, e davanti al figlio piccolo, terrorizzato da quelle urla. La situazione si è risolta con l'arrivo delle forze dell'ordine: i passanti hanno lanciato l'allarme alle forze dell'ordine e così sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale e i carabinieri, che hanno bloccato l'uomo per accertamenti; poco dopo la folla che si era radunata si è dispersa ed è tornata la calma.

È successo ieri sera, 29 settembre, sul Lungomare Trieste, a Salerno. La coppia, come riporta il quotidiano online Zerottonove.it, si trovava nei pressi del bar Nettuno quando è scoppiato il litigio. Non è chiaro il motivo, ma l'uomo ha cominciato a prendersela con la moglie urlando e strattonandola. A un metro da loro, il figlio piccolo; il bambino è scoppiato in lacrime disperato, spaventato da quel furioso litigio.

Le sue grida hanno attirato l'attenzione di alcuni passanti, in poco tempo si è formata una piccola folla, tra semplici curiosi che volevano capire cosa stesse succedendo e chi ha cercato di mettere pace tra i due. E qualcuno, temendo che la situazione degenerasse, ha pensato di chiamare le forze dell'ordine. In pochi minuti sono arrivati la Polizia Municipale e i carabinieri, dirottati sul lungomare dalla centrale operativa. L'uomo è stato identificato e sottoposto a fermo per accertamenti e ha dovuto seguire i carabinieri, la sua posizione è attualmente al vaglio dell'autorità giudiziaria.