Sapeva che il suo carico sarebbe stato scoperto e così, quando la polizia gli ha indicato di accostarsi per un controllo, ha tentato il tutto per tutto per evitare le manette. Scalo di marcia, inversione di direzione e fuga spericolata contromano in autostrada e poi lungo le strade del centro cittadino, fino ad arrivare in una zona isolata, dove è scappato a piedi per i campi: in macchina aveva 28 chili di marijuana.

L'inseguimento è partito sabato sera, 12 ottobre, intorno alle 20. L'uomo era in una Fiat Panda, è incappato in un controllo della polizia stradale di Angri (Salerno) lungo l'autostrada A3 sul tratto Napoli-Salerno, all'altezza del km 24. Gli agenti, insospettiti dall'andatura dell'automobile, gli hanno mostrato la paletta nei pressi dello svincolo di Castellammare di Stabia. E lui ha all'improvviso invertito il senso di marcia, percorrendo la rampa autostradale controsenso e proseguendo sull'autostrada. I poliziotti si sono lanciati all'inseguimento, evitando anche loro a zigzag gli automobilisti, e gli sono stati dietro fino all'uscita di Boscoreale.

A quel punto la Panda ha attraversato il centro cittadino, schizzando tra le automobili e i pedoni del sabato sera. L'inseguimento è terminato a Terzigno, in via Passanti, dove l'uomo, ormai braccato dalle volanti che gli stavano impedendo di procedere oltre, si è fermato sul ciglio della strada ed è scappato di corsa tra i campi. Nel corso del controllo nell'abitacolo gli agenti hanno trovato il motivo di quella fuga: 28 chilogrammi di marijuana insieme a materiale per la coltivazione, la raccolta e il confezionamento in dosi per la vendita sul mercato locale.