I primi messaggi inviati forse per gioco, senza rendersi conto di quello che stava facendo, gli altri poi per paura. Per tenere calmo chi continuava a chiedere nuove fotografie, per evitare che tutta la storia venisse fuori e che quegli scatti finissero tra le mani di altri, magari su internet. La storia arriva dalla provincia Salerno, e vede come protagonisti una ragazzina di 13 anni e un 40enne amico di famiglia. E, dopo la scoperta, potrebbe finire in Procura.

La vicenda, come raccontato da Il Mattino, andava avanti da mesi. La ragazzina si era scattata delle fotografie hot e le aveva inviate a quell'uomo adulto che aveva conosciuto per la frequentazione tra le due famiglie. Le richieste si erano però fatte sempre più pressanti e lei, per paura di essere scoperta e per la vergogna di finire alla gogna, finiva con l'accontentare le richieste di altre immagini e messaggi spinti. Fino a quando non se n'è accorto il fratello maggiore che, sbirciando sul suo telefonino, ha scoperto il rapporto che c'era tra la 13enne e il 40enne.

A quel punto la giovanissima si è confidata coi genitori e insieme a loro si è rivolta agli specialisti dello sportello rosa "Forum Lex", l'associazione contro la violenza di genere che a Salerno opera attraverso l'avvocato Gabriella Marotta. Secondo quanto raccontato dalla 13enne, il rapporto sarebbe iniziato come un gioco, che si sarebbe gradatamente spinto fino alle foto erotiche; quando lei avrebbe cercato di troncare tutto, il 40enne l'avrebbe minacciata dicendo che avrebbe rivelato tutto ai genitori. La minorenne è stata ascoltata da una psicologa e i legali dell'associazione stanno preparando una denuncia.